Stampa

Avvistamento dei delfini

Il giorno 21 aprile 2018 gli alunni della classe 3 media dell’Istituto Margherita di Bari hanno partecipato all’esperienza unica ed entusiasmante di avvistamento dei delfini a largo del golfo di Taranto. L’attività promossa dalla Coordinatrice delle attività didattiche sr. Francesca Bortolazzo e dal prof. Gabriele Carofiglio docente di Scienze è stata resa possibile grazie alla disponibilità e collaborazione di tutti i membri della Jonian Dolphin Conservation, un'associazione di ricerca scientifica finalizzata allo studio dei cetacei del Golfo di Taranto nel Mar Ionio Settentrionale.

Durante l’imbarco sul catamarano Extraordinaria i ragazzi hanno vestito i panni di veri e propri “ricercatori per un giorno” seguendo le indicazioni del comandante e dei membri dell’equipaggio sulle principali regole di sicurezza in mare, sull’uso dei dispositivi di emergenza presenti a bordo e sul giusto comportamento da assumere durante tutte le fasi di navigazione e avvistamento. Nei lunghi tempi di navigazione hanno approfittato della splendida giornata, posizionandosi a prua, per godere della meravigliosa vista del mare. Giunti nell’aria di ricerca, a circa 12 Miglia dalla costa, nella prima rotta tracciata dal comandante, gli alunni dopo aver indossato i binocoli e scrutato con attenzione ogni increspatura dell’acqua, hanno avvistato una scuola di circa trenta Stenelle Striate, la specie maggiormente censita in quest’area del mar Ionio. In rigoroso silenzio i ragazzi hanno potuto ammirare i delfini che, riconoscendo una situazione tranquilla e positiva, si sono avvicinati spontaneamente a pochi centimetri dall’imbarcazione, iniziando ad effettuare rituali di gioco davanti agli occhi increduli e commossi degli alunni, che presi dallo stupore, continuavano a filmare e fotografare quel momento magico. Terminata l’emozionante fase di avvistamento, gli alunni hanno usufruito dell’ottimo buffet di prodotti locali, frutta di stagione e bibite offerte dall’equipaggio. Durante il viaggio di ritorno, gli studenti e i biologi dell’associazione hanno affrontato un momento educativo in cui si è discusso su temi di tutela ambientale e protezione del patrimonio marino-costiero pugliese, sulle caratteristiche dell’ecosistema marino e sull’interazione uomo-ambiente. Infine è stato possibile approfondire la conoscenza dei mammiferi marini che popolano i nostri mari, focalizzando l’attenzione sui Cetacei e sulle Stenelle avvistate in precedenza. L’attività si è conclusa con la visita guidata dal catamarano presso le isole Cheradi e presso i luoghi caratteristici di Taranto. In via del tutto eccezionale è stata effettuata una deviazione nel mar Piccolo di Taranto per osservare i citri, ovvero caratteristiche sorgenti d'acqua dolce che sboccano dalla crosta sottomarina e miscelandosi con l’acqua di mare creano un ambiente salmastro ideale alla crescita dei mitili allevati in zona.

OBIETTIVO DELL’USCITA DIDATTICA:

  1. Nell’ambito di un percorso educativo di crescita professionale, gli alunni devono raggiungere la consapevolezza che l’ambiente e in particolare il mare, oltre ad essere un elemento vitale dal quale l’uomo dipende, è culla di vita, fonte di biodiversità, patrimonio universale da tutelare, rispettare e amare.
  2. Conoscere l’ecosistema marino, analizzare l’interazione uomo-ambiente e approfondire la conoscenza degli organismi che popolano i nostri mari, in particolare i mammiferi marini come i cetacei.
  3. La presenza in pianta stabile dei delfini in queste acque testimonia il fatto che il mare di Taranto è “VIVO” screditando l’idea di associare alla città tutti i mali legati all’ILVA, all’inquinamento delle acque e alle malattie ad esso associate.
  4. Questo è il modo giusto di osservare gli animali in natura, liberi di nuotare nel loro ambiente naturale e non rinchiusi in un recinto di un delfinario.
  5. Le trivellazioni dei fondali per la ricerca di idrocarburi in quest’area sono operazioni mortali per molte popolazioni di cetacei che vivono in queste acque. Cosa possiamo fare per fermare il fenomeno?

ozio_gallery_nano
Ozio Gallery made with ❤ by Open Source Solutions